Travel

Val di Fiemme

Anche se questo non è il momento più consono, vorrei raccontarvi della nostra permanenza nella Val di Fiemme di qualche settimana fa, prima che ci rinchiudessimo tutti a casa e viaggiare diventasse un miraggio, ma #andràtuttobene e torneremo a viaggiare, a scoprire nuovi posti e a divertirci con le persone che amiamo . Torneremo ad abbracciarci e baciarci molto presto. 
 

DOVE Percorsa dal torrente Avisio, la Val di Fiemme ha i confini segnati a ovest dal Parco Naturale del Monte Corno, a nord dalle catene dolomitiche del Latemar e dalle Pale di San Martino (Patrimonio dell’Umanità UNESCO), a est dal Parco Naturale di Paneveggio, considerato uno dei più belli e importanti d’Europa, a sud dalla selvaggia catena del Lagorai, con il Cermis. D’inverno la Val di importanti d’Europa, a sud dalla selvaggia catena del Lagorai, con il Cermis. D’inverno la Val di importanti d’Europa, a sud dalla selvaggia catena del Lagorai, con il Cermis. D’inverno la Val di Fiemme si contraddistingue per la duplice opportunità di praticare lo sci alpino e lo sci nordico ai massimi livelli, senza tralasciare le innumerevoli possibilità di après-ski per concludere in bellezza una giornata sulle piste. La Val di Fiemme è anche una destinazione scelta da molte famiglie per le loro vacanze grazie alle numerose agevolazioni ed esperienze che mette a disposizione tra cui lo slittino, l’alpine coaster e le infinite escursioni adatte anche ai più piccoli.



DOVE ALLOGGIARE 

Durante il soggiorno nella Val di Fiemme abbiamo soggiornato all’Hotel Orso Grigio, precisamente a Cavalese. Un hotel davvero bello, con le sue stanze moderne ma con elementi caratteristiche della montagna come le travi a vista. La stanza era molto grande, con un piccolo soggiorno e angolo cottura annesso (perfetto per chi ha dei bimbi piccoli o esigenze alimentari particolari), una bagno con doccia e una camera da letto davvero grande e spaziosa. Abbiamo apprezzato molto che ci fossero gli armadi cosi da non dover lasciare vestiti in giro e le valigie aperte sul pavimento come invece spesso ci succede con le stanze d’albergo piccole.  L’Hotel ha anche un ristorante e la cucina è davvero straordinaria, il menù cambia ogni giorno ed è preferibile scegliere in anticipo i piatti cosi da ridurre gli sprechi 🙂 

Anche la colazione non è da meno, oltre alle classiche brioche e crostate fatte in casa, yogurt e frutta, si possono anche ordinare alcuni piatti  come crêpes, uova strapazzate e frittate che vengono preparate al momento. Il personale ci ha lasciati senza parole, di una gentilezza disarmante! 




SNOWBOARD E SCI – Che voi amiate lo scii o lo snowboard in Trentino ci sono sicuramente le migliori piste per gli amanti degli sport invernali. 

La prima volta che siamo stati in montagna abbiamo deciso di buttarci sulle lezioni di snowboard e cosi abbiamo continuato in Trentino, 

Abbiamo provate le piste dell’impianto di Bellamonte il primo giorno con il maestro Leonardo della scuola Scuola Sci&Snow Vai di Fiemme dove abbiamo rispolverato le lezioni prese precedentemente e posso dire che siamo andati piuttosto bene! Sopratutto Chloe che nonostante fosse passato un anno, ricordava le basi e siamo riusciti a fare un bel po di piste 🙂 


Abbiamo trovato le piste di Bellamonte particolarmente adatti a principianti come noi, dove abbiamo potuto imparare ma allo stesso tempo osare e il divertimento non è sicuramente mancato. 

Il secondo giorno abbiamo invece provato le piste dell’area sciistica Ski Center Latemar situato a Predazzo, dove abbiamo continuano le nostre lezioni con Francesco sempre della scuola Scuola Sci&Snow Vai di Fiemme. Lì abbiamo trovato delle piste più ripide rispetto a Bellamonte, ma considerata una delle migliori anche per il progetto Montagna Animata, un progetto un progetto fantastico che rispetta la natura, valorizza il territorio e ti invita a giocare.

La Montagna animata prevdere 3 sentieri tematici per giocare e divertirsi: la Foresta dei Draghi, il sentiero del Pastore Distratto e il sentiero Geologico Dos Capèl (tutti da fare in famiglia o in compagnia di altri bambini), ma anche giochi interrativi, spettacoli in quota, trekking&bike e un parco giochi con l’attrazione principale che è il Alpine Coaster Gardonè, una montagna russa che prevede un giro all’interno della montagna tra dossi e aria  fresca! Chloe è impazzita per questa giostra! La Montagna Animata prende vita sopratutto in estate, per le famiglie è sicuramente una tappa fissa.

SCI DI FONDO – Oltre alle piste di Scii e Snow non ci siamo fatti mancare lo Scii di fondo che invece abbiamo provato al Passo di Lavazè dove in estate si fa anche trekking ed escursioni. E’ stato interessante provare anche questo sport, anche se quel giorno nevicava tanto e purtroppo ci siamo persi un pò di panorama è stato molto bello, me lo immagino in una giornata serena dove è tutto bianco e vediamo nitide le montagne circostanti. 

CIASPOLATA –  Se si va in montagna non si può fare la bella (e impegnativa) ciaspolata.  Abbiamo ciaspolato nella meravigliosa PASSO VALLES insieme a Frank facente parte delle guide alpine. Eravamo una gruppo di circa 15 persone, ci siamo divertiti ma anche stancanti. Abbiamo fatto un percorso tutta in salita di circa 200 mt ma con la neve alta sembrava non finire mai, ma quando siamo arrivati e ci siamo fermati, ci siamo sentiti ripagati da tanti meraviglia. 

SPA – la sera prima di tornare a Milano siamo stati un paio d’oro alla Spa dell’Hotel La roccia che consente l’accesso alla loro spa non solo ai clienti. Siamo rimasti colpiti dalla storia di questo Hotel che è partita 40 anni fa con il proprietario come un piccolo hotel a 2 stelle ed è cresciuto fino a diventare un 4 stelle proprio come la famiglia che la gestisce. La Spa possiede le più alte tecnologie e macchinari, quando si entra è possibile decidere il percorso più adatto a noi: rilassante, energizante o purificante. É stato facile seguirlo perchè ci hanno dato un bracciale con il percorso da fare, nel mentre Chloe si è divertita al mini club e ci ha raggiunti in piscina, dove abbiamo fatto un bagno romantico sotto la neve. 

RISTORANTI Premetto che mangiare male in Trentino è davvero difficile, quindi non sorprendetevi se vi dico che buono questo, che buono quello ahaha 

CHALET44 – Sulle piste Bellamonte ci siamo fermati allo Chalet44 per un aperitivo e successivamente anche per il pranzo. Il rifugio è molto moderno, con una terrazza panoramica da lasciare senza parole, chi è più temerario ha pranzato anche in terrazza ma noi con Chloe abbiamo preferito pranzare dentro con le vetrate che offriva comunque una vista meravigliosa. 

Qui abbiamo provato la tradizionale zuppa di orzo, pappardelle al ragù di cervo e la trota affumincata. Come dolce non abbiamo Cher potuto assaggiare la crostata Linzer con confettura di ribes. 

RIFUGIO PASSO FEUDO – si trova sulle piste del Latemar, anche qui abbiamo un a terrazza panoramica a 2200 metri di altezza! Una tipica baita che offre una cucina gourmet in alta quota! Chef specializzati in piatti tipici del Trentino Alto Adige offrono gustosi piatti e una ricca selezione di dolci, per rendere ancora più godibile la vista mozzafiato sulle Dolomiti del gruppo delle Pale di San Martino e sulla Catena del Lagorai. Qui possiamo trovare anche la pizza, i vostri piccoli sicuramente potranno apprezzare 🙂 

Abbiamo provato qui delle costine di maiale che si scioglievano in bocca e delle pappardelle al ragù di selvaggina eccezionali. 

RISTORANTE FROSH – questo ristorante ha aperto da poco più di un anno ma è già considerato tra i migliori della valle. L’obiettivo  di Frosh  è far incontrare le eccellenze gastronomiche della Val di Fiemme con la ricchezza di ricette e materie prime il mondo intero può offrire, con un grande amore per la natura, infatti molti dei ingredienti impiegati nei piatti zono a km 0 proveniente dai loro orti e boschi. 

MASO DELLO SPECK – famoso per la loro produzione di Speck, il ristorante è una coccola per il palato dove poter assaggiare la tradizione Culinaria della Val di Fiemme. Il ristorante è perfetto per stare in compagnia e sentirci quasi a casa con il calore del caminetto. La carne del loro allevamento è protagonista del loro menù ma anche la polenta e tanti dolci tradizionali. 

Non abbiamo potuto non assaggiare il loro tagliere misto e un fantastico  Gulash con la polenta. 

CAPANNA PASSO VALLES – un rifugio e hotel dove sembra che il tempo si sia fermato. É dove siamo partiti per la cipollata, proprio al confine tra le province di Trento e Belluno. La certezza di questo rifugio è sicuramente il simpatico San Bernardo, e la famiglia Capanna che è giunta alla terza generazione. Anche qui troviamo una cucina tradizionale e qui non posso che consigliarvi lo strudel di mele caldo con gelato! 

Questo viaggio è stato realizzato in collaborazione e con il supporto di @Visittrentino e @fiemme

Grazie!

Write a comment